Il nostro gianduiotto: Givu1865

E una lunga storia quella del gianduiotto Nasce nel 1852 da una ricetta squisitamente semplice (e semplicemente squisita), basata su ingredienti genuini del nostro territorio: cacao, zucchero e nocciole del Piemonte.
In quegli anni il paese viveva un periodo di forte recessione economica e il governo aveva imposto drastiche riduzioni nelle importazioni dei generi di lusso, tra i quali il cacao.
La ricetta del gianduiotto, che prevedeva luso di una quantit inferiore di cacao ed inseriva nellimpasto la nocciola, rappresenta quindi una vera innovazione del gusto, nata da necessit ma con un risultato certamente virtuoso.

Quando parliamo di nocciola, intendiamo la Nocciola Piemonte IGP, dalla fragranza vellutata e il profumo intenso, originaria della zona delle Langhe, le colline attorno a Cuneo, da cui scaturiscono tutto laroma e della squisitezza del gianduiotto.
Nel 1865 comincia la produzione di questo speciale cioccolatino inizialmente denominato givu, nome presto sostituito da gianduiotto (da Gianduia la caratteristica maschera piemontese, e simbolo della lotta per la libert e lindipendenza).

Noi, che siamo daltri tempi, e amiamo rievocare nomi e sapori della tradizione, abbiamo ripreso il Givu1865, ridandogli vita in un modo del tutto nuovo, con un gusto e una consistenza assolutamente unici.

Qualcosa in pi di un semplice gelato, scioglievole e avvolgente pur essendo completamente privo di latte.

Perfetto in questi primi giorni dautunno, quando il caldo lascia il posto alla voglia di una coccola cioccolatosa.

Givu1865 stato il nostro cavallo di battaglia in questa edizione dei Maestri del Gusto e durante Terra Madre, ottenendo un gradissimo riscontro tra gli addetti ai lavori ed il pubblico.

 

Leggere ad esempio che Givu1865 il gelato che mancava stata una vera soddisfazione!

 

E Bubbles, a definirlo un prelibato bocconcino (traduzione di Givu dal piemontese) in grado di ammaliare i palati pi esigenti grazie al sapore persistente ma vellutato del cioccolato fondente.

 

Larticolo integrale su  http://www.bubblesitalia.com/le-news-di-bubbles.php?ns=292

 

Ma cos Bubbles? Ve lo raccontiamo con le loro parole: un libro, una rivista, un magazine... E cultura intorno al mondo delle bollicine italiane, una visione delleditoria di settore originale che tiene conto della storia, della memoria, delle passioni che si sprigionano gustando una bicchiere di vino italiano e nel godere di un Italian good living che il mondo ci invidia.

 

Grazie Bubbles Italia Magazine!!